Componenti elettronici passivi e SMD

Componenti elettronici passivi e SMD

Prima di addentrarci nella spiegazione della progettazione di una scheda SMD o di un master PCB, vediamo insieme da vicino cosa sono icomponenti elettronici, sia SMD che passivi.

componenti elettronici SMD (Surface-Mount Device) sono componenti montati direttamente sul circuito, senza cioè il bisogno di fori. In questo caso, i master PCB devono essere realizzati in modo tale da far combaciare in modo ottimale i componenti elettronici, se applicati attraverso SMT.

Gli SMD sono di tre tipologie: SO (Small Outline), componenti discreti e processori con due serie di PIN con un passo di 1,27 mm; QFP (Quad Flat Package), contenitori quadrati per microprocessori composti da numerosi PIN ravvicinati con un passo che oscilla tra 0.1 mm e 0.4 mm; BGA (Ball Grid Array), componenti SMD con una griglia su cui sono poste semisfere di saldatura ed hanno un passo davvero molto stretto.

componenti elettronici passivi, invece, sono elementi essenziali nella progettazione di master PCB, perché fungono da supporto ad ogni circuito elettronico. Senza i componenti elettronici passivi non si potrebbero progettare schede SMD o master PCB.

Tra i componenti elettronici passivi troviamo le resistenze, i condensatori, le reti resistive, le induttanze, i trimmers, i varistori e i potenziometri.

Negli ultimi tempi, la produzione di componenti elettronici passivi è aumentata in maniera davvero esponenziale, proprio perchè tutti si sono accorti della loro importanza. C’è chi decide di adattare i propri componenti, c’è chi invece – e sono sempre di più – decide di farsi realizzare componenti elettronici passivi “su misura” per migliorare il prodotto finale e le prestazioni generali.

Lascia un commento