I condensatori SMD: cosa sono e a cosa servono

I condensatori SMD: cosa sono e a cosa servono

condensatori sono in generale i componenti elettronici passivi più utilizzati, anche nella tecnologia SMT per la realizzazione di schede SMD. Possono avere diverse forme e dimensioni, a seconda del loro utilizzo e del loro posizionamento. Considerando, quindi, che sono così importanti, qual è la loro reale funzione?

condensatori SMD (e non solo) servono a immagazzinare energia elettrica. Quando due materiali conduttori si troveranno vicini a un materiale non conduttore, un condensatore li aiuterà a ricevere energia elettrica.

Esistono, come dicevamo, diversi tipi di condensatori per SMD: vediamo insieme da vicino quali sono.

  • Condensatori ceramici – Sono condensatori SMD composti da lamine conduttrici alternate a lamine in ceramica. Per la loro capacità stabile, sono favoriti nei circuiti ad alta precisione. Hanno una forma molto piccola e spesso simile a quella di un disco.
  • Condensatori in carta – Sono condensatori SMD composti da una carta imbevuta di una sostanza viscosa, solitamente a più strati.
  • Condensatori a film plastico – Sono condensatori SMD simili a quelli in carta e si usano spesso nei circuiti a transistor, solitamente a bassa frequenza.
  • Condensatori al tantalio –  Sono condensatori SMD polarizzati, estremamente stabili, ma non possono reggere tensioni molto alte, perché si danneggiano con facilità. La loro capacità è piuttosto bassa e il loro costo piuttosto elevato.
  • Condensatori al niobio – Sono condensatori SMD molto simili al tantalio, ma molto più capaci e, in proporzione, anche più economici (per questa ragione li hanno sostituiti quasi completamente sul mercato).

Lascia un commento