Menu Chiudi

Assemblaggio circuiti stampati: le componenti fondamentali

Assemblaggio circuiti stampati

L’assemblaggio circuiti stampati prevede la riproduzione fedele dei circuiti su una lamina in rame posta su una basetta isolante, la quale imprime una resistenza meccanica all’insieme. 

I supporti, denominati basette, possono essere di vari materiali, a patto che, come appena detto, risultino essere opportunamente isolanti: 

  • Resina fenolica: si lavora molto facilmente dal punto di vista meccanico. È un materiale economico ma garantisce sempre ottime prestazioni. 
  • Vetronite: utilizzato in vista di prestazioni ancora più elevate rispetto alle precedenti. Il suo prezzo d’acquisto è elevato e la presenza, al suo interno, delle fibre di vetro potrebbe rischiare di rovinare le punte del trapano. Il colore è verdastro e traslucido. 

Una volta scelta la basetta, si procederà con l’assemblaggio circuiti stampati, ossia con il posizionamento della sottilissima lamina in rame, di cui lo spessore varia a seconda dell’utilizzo finale. Su quest’ultima verrà riportato fedelmente il circuito, mediante una tecnica meticolosa della quale parleremo in uno dei prossimi articoli, e tenendo conto del progetto iniziale, si dovranno saldare i componenti smd.   

A seconda delle necessità e del volere del richiedente, i componenti potranno essere fissati su una o su entrambi i lati della basetta. In quest’ultimo caso, per poterli collegare fra loro dovrà essere praticato sul bordo un piccolo foro. In questo modo, si potrà permettere il passaggio di un filo elettrico. 

Vieni ad affidare l’assemblaggio circuiti stampati a noi di Telma Engineering: sapremo soddisfare le tue volontà e necessità con tanta cura ed esperienza.